Pensa Globale, Agisci Locale!
Battaglie
scie-chimiche-italia-banner.gif ACQUA.jpg TARZIA.jpg 04FREETIBET.jpg NONUCLEARE.jpg
Verità Nascoste
WHY.jpg WITWATS.jpg SCIE-CHIMICHE.jpg ILNUOVOSECOLOAMERICANO.jpgg 119.jpg IPADRONIDELMONDO.jpg
CONTROLLO e POTERE
KYMATICA.jpg ESOTERIC-AGENDA.jpg WIKIREBELS1.jpg

Attualità

Controvento Rieti Music FestivalTorna il Controvento Rieti Music Festival con la sua quinta edizione che si svolgerà sabato 10 settembre 2016.

Il Festival è rivolto a tutti i gruppi musicali di Rieti e provincia, composti da giovani di età non inferiore ai 14 e non superiore ai 35 anni.

La manifestazione vuole offrire un’opportunità a studenti e giovani di proporre il loro talento, arginare il fenomeno crescente del disagio e dell’emarginazione giovanile attraverso l’incontro, la socializzazione e lo scambio di esperienze diverse nel campo musicale, linguaggio universale e interculturale.

Le iscrizioni sono aperte fino al 31 agosto 2016. Di seguito il regolamento e la scheda di iscrizione.

Per info e contatti:

festival@controventorieti.it

Gabriele Bizzoca
3201109486

 

Il Bacio di Klimt, realizzato da un artista siriano in un palazzo bombardato.

Sarebbe impossibile non esprimere il nostro punto di vista sulla situazione mediorientale, in particolar modo facendo riferimento a ciò che sta accadendo in Siria, visto l’insorgere di quello che potrebbe rivelarsi l’ennesimo conflitto di carattere mondiale.

La guerra civile siriana, che contrappone Bashar al-Assad e le coalizioni di ribelli che tentano di abbattere il suo regime, trae origine dal 2011 nell’ambito dei movimenti che animavano la Primavera Araba.

Negli ultimi anni nel teatro di questa guerra si sono affacciati i Paesi occidentali che, appoggiando l’una o l’altra fazione, a seconda della propria convenienza, hanno comunque ricavato un vantaggio di tipo economico o strategico dall’instabilità del Medio Oriente.

La posizione ambigua assunta dall’Occidente, che ha dapprima favorito l’instaurazione di un regime dittatoriale e poi tentato di ridimensionarlo, ha palesato l’incoerenza di coloro che si sono proclamati “portatori di democrazia e civiltà” e quindi ha generato un crescente desiderio di opposizione al “nemico occidentale”.

Continua a leggere

1660704_1450518538510998_881404523_nLa COOP Centro Italia, proprietaria di gran parte dell’area dell’ex Zuccherificio, ha chiesto al Comune di Rieti una variante urbanistica al fine di triplicare l’area edificabile al fine di   costruire un mega Centro commerciale, nonché edifici per edilizia privata.

L’iniziativa stravolgerebbe l’attuale assetto urbanistico e commerciale della città se non accompagnata da adeguati interventi che mirino a preservare il Centro storico di Rieti, che, pur nell’attuale crisi, continua a svolgere il suo ruolo di aggregazione culturale e commerciale. Riteniamo che che tale area debba essere inclusa al Centro storico attraverso una nuova viabilità che abbatta le barriere oggi esistenti.

Crediamo anche che un mega Centro Commerciale, senza un’adeguata espansione della popolazione residente, si trasformerebbe in un impoverimento del tessuto cittadino con licenziamenti a catena in tutti gli esercizi commerciali.

Pertanto chiediamo, che qualora questa Amministrazione voglia concedere l’autorizzazione alla variante urbanistica chiesta dalla COOP Centro Italia, si intavoli una trattativa affinché la COOP contribuisca a dare a Rieti una viabilità razionale e una Cittadella Universitaria di prestigio che diventi polo di attrazione per i giovani del nostro territorio.

Firma la petizione

2

Incontro tra Controvento, l’Assessore Cecilia e i consiglieri Bizzoca e Ludovisi

Si è svolto Venerdì 17 l’incontro di Controvento con l’Assessore Cecilia e i consiglieri Bizzoca e Ludovisi in merito all’ex Zuccherificio e alla sua destinazione. Allo stato attuale sul tappeto è presente la sola proposta della “COOP Centro Italia” di destinare tale struttura a Centro Commerciale, previa autorizzazione a realizzare il triplo della cubatura già prevista.

Bisogna dare atto a Raggi, Presidente del CdS della “COOP Centro Italia”, di aver saputo giocare la partita gettando sul piatto della bilancia un investimento di 60 milioni di euro e un’ipotesi di 200 posti di lavoro. Continua a leggere

1380848_10201595950713545_774495090_nLe Politiche Giovanili del Comune di Rieti, in collaborazione con l’Associazione Culturale riCREAZIONE, hanno dato avvio nelle giornate 23 e 24 Ottobre alla prima fase del Festival Nazionale di cortometraggi “Studenti in Corto” – terza edizione, con la proiezione di sei corti e sette cortissimi. A presentare l’iniziativa il Consigliere Gabriele Bizzoca e il giovane Catello Palatucci.

Il concorso è rivolto agli studenti di tutto il territorio nazionale frequentanti gli Istituti di Istruzione Superiore e agli studenti diplomati da non oltre tre anni. Gli studenti hanno partecipato inviando cortometraggi realizzati o individualmente o nei laboratori scolastici. Articolato in due sezioni (Corti e Cortissimi) è nato appunto con lo scopo di valorizzare le produzioni realizzate dai giovani offrendo loro un’occasione di visibilità. Continua a leggere

Un grande Franco Barbato, Deputato della Repubblica Italiana e Capogruppo in Commissione Finanze del gruppo parlamentare Italia dei Valori, si è espresso in maniera forte, ma giusta, nei confronti del governo ed in particolare del Pd (Partito Democristiano) che lo appoggia con tanta tracotanza. Ci associamo alle sue parole e soprattutto al suo gesto, siamo impazienti di vedere questi farabutti, ladri, falsi, ipocriti, corrotti e corruttori nelle patrie galere, ma solo dopo avergli sequestrato tutti i loro beni frutto di decenni di ruberie perpetrate sul popolo italiano…

di Mattia Mazzoli (link su ilCorsaro)

Non sono bastate le numerose proposte di riforma del sistema universitario, prima presentate e poi ritirate dal Ministro Profumo, come la proposta di abolizione del valore legale e il decreto sul merito. Dopo l’approvazione in Consiglio dei Ministri il 29 marzo 2012 del decreto 49 (link all’articolo su ROARS) per spingere gli atenei ad aumentare la contribuzione studentesca per sbloccare il turn over, l’approvazione del decreto 68 per scaricare il costo della garanzia del diritto allo studio dalle regioni agli studenti, il governo lancia l’ennesimo attacco alle università: Continua a leggere

Giulietto Chiesa

Allegri, siamo spacciati. L’inedito scontro esploso a Bruxelles non aveva per obiettivo la nostra salvezza. Al contrario, stanno solo decidendo chi scriverà i titoli di coda: il boia di Wall Street o il collega tedesco della Bundesbank? Non cadiamo nell’equivoco, avverte Giulietto Chiesa: la vera posta in gioco non è il braccio di ferro contro la presunta spilorceria della Germania nell’accollarsi l’euro-debito, ma il controllo geopolitico dell’Europa di oggi e di domani. E il nostro destino ha il respiro cortissimo, perché sia le ricette americane che quelle della Merkel prevedono soluzioni nefaste: il nostro futuro nelle mani dei predatori della finanza o, a scelta, in quelle degli autocrati di Berlino. Fine della democrazia, mentre l’interaEuropa si condanna a sprofondare in una crisi sociale inaudita e pericolosissima, possibile preludio di una nuova, drammatica Grande Guerra.  Continua a leggere

Di: Gianni Tirelli

“Non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace” è un altro degli slogan di punta (fra i più efficaci) che da tempo la modernità ci ha spacciato per buoni, trasfigurando (attraverso questo subdolo strattagemma), la libertà in licenza, la verità in mistificazione e la realtà in contraffazione. L’etica, la morale e i comportamenti deontologici non sono, per il Sistema Bestia, che degli impedimenti – ostacoli insormontabili che metterebbero a rischio la commercializzazione dei beni prodotti, compromettendone la vendita e vanificandone i profitti. Tutto questo, non ha nulla a che vedere con la democrazia, ma bensì, con la peggiore delle schiavitù: l’omologazione. Continua a leggere

Ieri sera è andata in onda su Rieti Lazio Tv la puntata di “La resa dei conti” sul Polo della Logistica di Passo Corese andata in onda il 19 giugno 2012. Ospiti in studio, Stefano Colantoni del Consorzio Industriale, Paolo Campanelli dell’associazione Sabina Futura ed il Professore di Economia Corrado Bei.

di Alessandro Raffa

Le associazioni massoniche: il trait d’union tra le lobby dell’alta finanza che gestiscono le multinazionali – che hanno in mano l’economia globale – ed i governi del mondo. La rete del potere mondiale. Chi è Mario Monti e a quali poteri risponde. Il golpe italiano, chi c’è dietro e quali sono i loro obiettivi.

Che il nominato premier Mario Monti sia parte integrante dei gruppi di potere che cercano di controllare – o forse, che controllano – il mondo, lo sappiamo bene. Fa parte dell’Aspen Institute, ha preso parte a diverse riunioni del gruppo Bilderberg, e ha ricoperto addirittura il ruolo di “Presidente europeo” della Commissione Trilaterale, estensione del super magnate Rockfeller, braccio destro della potentissima famiglia Rothschild, che ha in mano quasi tutte le banche centrali del mondo. Continua a leggere

Osservo una Giunta fortemente sbilanciata verso l’area moderata, senza rappresentanti della sinistra

Vorrei, con un po’ di ritardo, esporre le mie considerazioni sulla nuova Giunta Comunale ma prima desidero ringraziare le centinaia di persone che mi hanno mostrato il loro affetto attraverso messaggi e telefonate. Un grazie speciale ai militanti e simpatizzanti di Controvento dal cui affetto ho rischiato di essere travolto. Continua a leggere

map_class

a cura di: Gianni Lannes (Link)

Premessa nostra: ci permettiamo di riportare un articolo tratto dal portale latanadizak.blogspot.it nel quale si ipotizza che i terremoti avvenuti nel nostro paese ultimamente ed anche quello in Emilia siano di origine artificiale ovvero provocati dall’uomo. Sarà vero? A voi il giudizio, buona lettura.

Il Belpaese trema. Ma cosa sta accadendo allo Stivale tricolore?  Cosa stanno sperimentando sulla nostra pelle i militari Usa col beneplacito delle autorità tricolori? Vogliono farci dimenticare in tutta fretta la strage di Brindisi? C’è un nesso con le sperimentazioni della Nato in questa nazione?  Rivela lo stimato generale Fabio Mini: “Non ho prove che ci sia stato un esperimento nucleare o convenzionale capace di provocare un determinato terremoto, ma sono abbastanza  pessimista per non pensarlo. In 45 anni di carriera militare in giro per il mondo, ne ho viste di tutti i colori“. Continua a leggere

di Laura Caselli

Il 2 Aprile 2012 l’Avvocato Paola Musu ha sporto denuncia presso la Procura della Repubblica di Cagliari contro il Capo dello Stato Giorgio Napolitano, il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti, i Ministri del Governo e i Parlamentari, per i seguenti reati:

241 codice penale: attentato contro integrità, indipendenza unità dello Stato Italiano;
270 cp: associazioni sovversive;
283 cp: attentato contro la Costituzione dello Stato Italiano;
287 cp: usurpazione di potere politico;
289 cp: attentato contro gli organi costituzionali;
294 cp: attentato contro i diritti del cittadino;
304 cp: cospirazione politica mediante accordo;
305 cp: cospirazione politica mediante associazione;

Continua a leggere

19/09/2011 – All’indomani dell’uscita polemica del coordinatore provinciale del Pd Vincenzo Lodovisi, che sulla vicenda si era prodigato in alcune dichiarazioni, non ultima quella di chiedere spiegazioni alla presidente della Regione Lazio Renata Polverini sulla faccenda,  anche allora rispose il Movimento reatino acqua pubblica e basta: “Sulla questione delle Sorgenti “Peschiera-Le Capore” al coordinatore provinciale del Pd Lodovisi, prima di chiedere spiegazioni alla Presidente Polverini, quanto mai utili anche se palesemente tardive, consigliamo di chiedere spiegazioni prima al presidente Melilli, del suo stesso partito e direttamente interessato alla vicenda della concessione del “Peschiera-Le Capore”, in quanto Presidente della Provincia di Rieti e soprattutto Coordinatore Ato3, che dall’anno 2006 ad oggi ha seguito in prima persona questa vicenda. Se la questione della concessione dello sfruttamento delle sorgenti tocca un nervo scoperto negli interessi della comunità reatina sulla quale l’attenzione non deve essere abbassata…” come dichiara Lodovisi, dovrebbe chiedere al “suo” Presidente, Melilli, perché: Continua a leggere

Dal massiccio del Nuria prende vita la sorgente del Peschiera (foto di Repubblica), sito di particolare interesse naturalistico e storico. Fa parte di un bacino idrico di eccezionale portata situato nel sottosuolo della piana di San Vittorino, nei pressi delle antiche Terme di Cotilia, fatte costruire dall’imperatore Vespasiano, definito il secondo serbatoio d’acqua d’Europa. Queste splendide acque insieme alla sorgente Le Capore, infatti, riforniscono Roma fin dall’età imperiale attraverso un complesso e monumentale sistema di acquedotti, vere e proprie opere d’arte architettonica, alcuni dei quali tutt’ora funzionanti. Attualmente l’acqua impiega 17 ore per arrivare alla capitale, percorrendo una distanza di circa 80 Km. Tuttavia prima le acque del Peschiera si uniscono a quelle della sorgente “Le Capore” presso Ponte Buita di Casaprota e formano l’acquedotto del sistema Peschiera-Le Capore, poi compiono un salto di 80 metri in località Salisano per alimentare una centrale idroelettrica. Attualmente la portata prelevata da tale acquedotto è pari a circa 9,5 m3/s. Continua a leggere

Nasce il CELAC nel silenzio dei media occidentali

di: Strategic Culture Foundation 

A giudicare dalla copertura offerta dai media occidentali, soprattutto negli Stati Uniti, si aveva l’impressione che l’istituzione della Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi (CELAC) sia classificata essenzialmente come una notizia di sfondo. I servizi da Caracas, dove un forum di 33 presidenti e primi ministri dei paesi della regione si sono riuniti il 2-3 dicembre, sono stati volutamente minimalisti, con emozioni superficiali solo in connessione con i problemi di salute del leader venezuelano H. Chavez, che ha ospitato il vertice. Infatti, ha messo in chiaro un certo numero di volte, che li aveva affrontati ed era pronto a farsene carico per paio di decenni a venire, ma l’Impero, con la sua permanente campagna di disinformazione, non sembra sentirlo. Continua a leggere

Alexandros Grigoropoulos 15 anni anarchico ammazzato ad Atene, rimangono in piazza migliaia di giovani e un cane…

di: Doriana Goracci (link)

Non so se tutto cambia e cosa improvvisamente cambierà. Penso al mare e al vento, come la prima volta che baciai  la terra di Grecia dove c’erano ancora i colonnelli… avevo 20 anni. Non si pagava per entrare al Partenone, oggi si paga ancora con la vita, lottare.

L’ amico Roberto Aldo Mangiaterra mi ricorda, inviandomi un video del Corriere, che sono 3 anni, oggi 6 dicembre 2011, che è morto un quindicenne ad Atene, Alexis Grigoropoulos, ma il cane Kanellos è vivo più che mai e c’è: (“Quella dei cani-condottieri è ormai una tradizione consolidata in Grecia: prima dell’arrivo di Loukanikos la mascotte (morta per vecchiaia) di Atene si chiamava Kanellos. Dall’esplosione della crisi nel 2008 il cane color miele è diventato un simbolo non solo per i manifestanti che postano sul suo profilo Facebook foto che lo ritraggono, ma anche per i media (la BBC gli ha dedicato un video di tutte le sue apparizioni). Il cane è sempre in prima fila ed è stato anche preso a manganellate.” ) Continua a leggere

da TMNews

Tre i cortei oggi in Valle di Susa per “celebrare” la ripresa dei terreni di Venaus (Torino) del 2005: uno a Susa, uno a Chiomonte e uno a Giaglione. L’atmosfera della vigilia era molto tesa in valle anche se i no-Tav promettono, come di consueto, solo “atti di disobbedienza civile”. Ma sono diverse le voci che si rincorrevano ieri su quale dei tre potrebbe essere il fronte più caldo. Una cosa è certa: tutti e tre i cortei confluiranno all’autoporto di Susa, nelle vicinanze dell’autostrada A32 che collega Torino a Bardonecchia e alle principali stazioni sciistiche della Val di Susa. L’obiettivo dichiarato dei no-Tav è quello di occupare il grande spazio dell’autoporto, dove è prevista persino una notte bianca. Continua a leggere

di Andrea Degl’Innocenti (link)

L’hanno definita una ‘rivoluzione silenziosa‘ quella che ha portato l’Islanda alla riappropriazione dei propri diritti. Sconfitti gli interessi economici di Inghilterra ed Olanda e le pressioni dell’intero sistema finanziario internazionale, gli islandesi hanno nazionalizzato le banche e avviato un processo di democrazia diretta e partecipata che ha portato a stilare una nuova Costituzione.

Una rivoluzione silenziosa è quella che ha portato gli islandesi a ribellarsi ai meccanismi della finanza globale e a redigere un’altra costituzione

Oggi vogliamo raccontarvi una storia, Continua a leggere

di Alessandro Gilioli (link)

ef

Quello che non c’è, prima di tutto, è una patrimoniale. Per carità, i patrimoni non si toccano, in questo paese dove il cinquanta per cento della ricchezza è in mano al dieci per cento dei cittadini.

Quello che non c’è è un’imposta sulle attività finanziarie: e suona patetico gabellare per tale (come ha fatto Grillo) l’aumentino del bollo di Stato sul conto titoli.

Quello che non c’è è un taglio alle spese militari: continuiamo a comprare armi come se stessimo preparandoci a un’invasione aliena.

Quello che non c’è è un passo qualsiasi per abolire i privilegi della Chiesa, dall’Ici in giù: e ci mancherebbe, con l’asse cattolico che ha portato Monti a Palazzo Chigi.

Quello che non c’è è un taglio vero ai privilegi e alle spese della politica: unico punto pervenuto, il dimagrimento delle province, per il resto ciccia.

Quello che non c’è è un passo deciso verso la banda larga e la green economy: solo belle parole e vaghi propositi.

Quello che non c’è è il coraggio di aumentare l’Irpef almeno a chi prende più di 100 mila euro l’anno, e che se pure ne scuce un paio alla comunità in crisi non si suicida di certo.

Quello che non c’è è una severa legge penale tributaria, davvero curioso per un governo i cui membri hanno tutti studiato o lavorato negli Usa, dove le pene per gli evasori fiscali arrivano a 15 anni.

Quello che non c’è insomma è il coraggio di cambiare passo, di mostrare una nuova visione, una cultura diversa, un’ipotesi alternativa di futuro.

E quello che non c’è mi sembra, purtroppo, più importante e brutto di quello che invece c’è.

Dossier a cura di Corrado Penna, fisico, docente presso l’Istituto Scolastico Superiore di Sarnico.

Vi sembra normale questo cielo? Fino al 2003 in Italia queste cose non si vedevano e adesso invece.. cosa è successo?

E vi sembra normale quello che sta facendo questo aereo che rilascia scie dalla coda? Le scie che non provengono dai motori sono la prova evidente che non si tratta di condensa del vapore acqueo fuoriuscito dai motori (come insistono ad affermare i nostri governanti).

Non è condensa di vapore acqueo, non è inquinamento dei gas combusti dai motori, è un’ irrorazione deliberata di sostanze chimiche.

Continua a leggere

di Enzo Raffaele (link)

Dopo l’incoronazione di Mario Draghi a “suo” Governatore, la BCE ha “piazzato” a capo del Governo fantoccio d’Italia l’altro suo Mario di fiducia, Monti. La designazione è stata anticipata dal solito “intervento irregolare” del nostro Presidente comunista “amico di Pluto” che, recependo alla lettera il dettato della troi(k)a UE-BCE-FMI, ha “preventivamente” nominato Monti senatore a vita. La Commissione ha mandato all’Italia commissariata un “loro” commissario “locale”, come in Grecia Papademos, così non avranno più nemmeno bisogno di scriverci. Un altro Mario premi(er)ato dall’ Elite! Continua a leggere

da Affaritaliani

Il Governo Monti ha 16 ministri più l’interim dell’Economia. Il Governo Berlusconi IV aveva 23 ministri. Le differenze sono: Passera ha le deleghe di Sviluppo e Infrastrutture (Romani e Matteoli); Fornero ha le deleghe di Lavoro e Pari opportunità (Sacconi e Carfagna). Scompaiono i ministri per l’Attuazione del programma di Governo (Rotondi), Pubblica amministrazione (Brunetta), Riforme per il federalismo (Bossi), Gioventù (Meloni), Semplificazione normativa (Calderoli). Nasce invece il ministro per la cooperazione internazionale e l’integrazione (Riccardi).

Continua a leggere

Seguici su
FBICO.pngYouTubeICO.pngTwitterICO.png
Categorie
ECONOMIA
SAUSTV.jpg OBSOLESCENZA.jpg THE-CORPORATION.jpg debtocracy.jpg
SALUTE e AMBIENTE
ACQUA.jpg HOME.jpg PIANETAVERDE.jpg EARTHLINGS.bmp THE COVE.jpg
SCIENZA
JOURNEY.jpg