Pensa Globale, Agisci Locale!
Battaglie
scie-chimiche-italia-banner.gif ACQUA.jpg TARZIA.jpg 04FREETIBET.jpg NONUCLEARE.jpg
Verità Nascoste
WHY.jpg WITWATS.jpg SCIE-CHIMICHE.jpg ILNUOVOSECOLOAMERICANO.jpgg 119.jpg IPADRONIDELMONDO.jpg
CONTROLLO e POTERE
KYMATICA.jpg ESOTERIC-AGENDA.jpg WIKIREBELS1.jpg

Scuola e Istruzione

Fabrizio De André, noto anche come Faber, è stato un famoso poeta e cantautore degli anni ’70 italiani, morto l’11 Gennaio 1999. Ha collaborato con personalità di spicco della scena musicale nazionale come Ivano Fossati, Francesco De Gregori, Massimo Bubola e Nicola Piovani, oltre ad essersi ispirato ad autori stranieri quali Leonard Cohen e Bob Dylan (tanto da essere stato definito il Bob Dylan italiano).

E’ difficile descrivere l’importanza e la profondità di un uomo come Fabrizio De André. Ognuno di noi si incontra in un suo brano, in un suo album o nel suo intero viaggio musicale: c’è chi sogna un amore come quello di Marinella, chi si perde in Sardegna o nella Genova della città vecchia, chi continua la propria lotta gridando ancora più forte contro chi ha votato ancora la sicurezza e la disciplina, per la paura di cambiare. Faber è stato ed è tuttora una fonte di ispirazione per tutti coloro che viaggiano in direzione ostinata e contraria, perché con poche parole è in grado di portarli in un mondo diverso. Continua a leggere

Quello che segue è il discorso che John Swinton, l’allora redattore-capo del New York Times, pronunciò nel discorso di congedo dai colleghi tenuto al banchetto in suo onore, presso l’American Press Association.

John Swinton pronunciò queste parole nel 1880 e la speranza che nell’ultimo secolo la situazione possa essere migliorata può derivare solo dall’affinamento delle tecniche di propaganda che, attraverso i giornali e l’ancora più potente televisione, fanno credere al popolo che esista libertà di stampa, di espressione e di informazione.

Continua a leggere

1660704_1450518538510998_881404523_nLa COOP Centro Italia, proprietaria di gran parte dell’area dell’ex Zuccherificio, ha chiesto al Comune di Rieti una variante urbanistica al fine di triplicare l’area edificabile al fine di   costruire un mega Centro commerciale, nonché edifici per edilizia privata.

L’iniziativa stravolgerebbe l’attuale assetto urbanistico e commerciale della città se non accompagnata da adeguati interventi che mirino a preservare il Centro storico di Rieti, che, pur nell’attuale crisi, continua a svolgere il suo ruolo di aggregazione culturale e commerciale. Riteniamo che che tale area debba essere inclusa al Centro storico attraverso una nuova viabilità che abbatta le barriere oggi esistenti.

Crediamo anche che un mega Centro Commerciale, senza un’adeguata espansione della popolazione residente, si trasformerebbe in un impoverimento del tessuto cittadino con licenziamenti a catena in tutti gli esercizi commerciali.

Pertanto chiediamo, che qualora questa Amministrazione voglia concedere l’autorizzazione alla variante urbanistica chiesta dalla COOP Centro Italia, si intavoli una trattativa affinché la COOP contribuisca a dare a Rieti una viabilità razionale e una Cittadella Universitaria di prestigio che diventi polo di attrazione per i giovani del nostro territorio.

Firma la petizione

3Dopo una serie di battaglie, fuori e dentro la scuola, per l’istruzione pubblica e per la difesa dei diritti delle studentesse e degli studenti, gli Istituti Superiori di Rieti scelgono Controvento con un totale di 1434 voti per essere rappresentati all’interno della Consulta Provinciale Studentesca.

Controvento si conferma come il movimento giovanile e studentesco più rappresentativo tra gli studenti reatini, rappresentatività che gli ha permesso, anche in passato, di esprimere il Presidente e gestire in modo eccellente la Consulta Provinciale Studentesca, rendendola un organo più vicino alla vita scolastica di ogni studente. Continua a leggere

1380848_10201595950713545_774495090_nLe Politiche Giovanili del Comune di Rieti, in collaborazione con l’Associazione Culturale riCREAZIONE, hanno dato avvio nelle giornate 23 e 24 Ottobre alla prima fase del Festival Nazionale di cortometraggi “Studenti in Corto” – terza edizione, con la proiezione di sei corti e sette cortissimi. A presentare l’iniziativa il Consigliere Gabriele Bizzoca e il giovane Catello Palatucci.

Il concorso è rivolto agli studenti di tutto il territorio nazionale frequentanti gli Istituti di Istruzione Superiore e agli studenti diplomati da non oltre tre anni. Gli studenti hanno partecipato inviando cortometraggi realizzati o individualmente o nei laboratori scolastici. Articolato in due sezioni (Corti e Cortissimi) è nato appunto con lo scopo di valorizzare le produzioni realizzate dai giovani offrendo loro un’occasione di visibilità. Continua a leggere

di Mattia Mazzoli (link su ilCorsaro)

Non sono bastate le numerose proposte di riforma del sistema universitario, prima presentate e poi ritirate dal Ministro Profumo, come la proposta di abolizione del valore legale e il decreto sul merito. Dopo l’approvazione in Consiglio dei Ministri il 29 marzo 2012 del decreto 49 (link all’articolo su ROARS) per spingere gli atenei ad aumentare la contribuzione studentesca per sbloccare il turn over, l’approvazione del decreto 68 per scaricare il costo della garanzia del diritto allo studio dalle regioni agli studenti, il governo lancia l’ennesimo attacco alle università: Continua a leggere

Seguici su
FBICO.pngYouTubeICO.pngTwitterICO.png
Categorie
ECONOMIA
SAUSTV.jpg OBSOLESCENZA.jpg THE-CORPORATION.jpg debtocracy.jpg
SALUTE e AMBIENTE
ACQUA.jpg HOME.jpg PIANETAVERDE.jpg EARTHLINGS.bmp THE COVE.jpg
SCIENZA
JOURNEY.jpg