Pensa Globale, Agisci Locale!
Battaglie
scie-chimiche-italia-banner.gif ACQUA.jpg TARZIA.jpg 04FREETIBET.jpg NONUCLEARE.jpg
Verità Nascoste
WHY.jpg WITWATS.jpg SCIE-CHIMICHE.jpg ILNUOVOSECOLOAMERICANO.jpgg 119.jpg IPADRONIDELMONDO.jpg
CONTROLLO e POTERE
KYMATICA.jpg ESOTERIC-AGENDA.jpg WIKIREBELS1.jpg

Articolo 1 – Controvento

  1. Controvento è un movimento politico indipendente, laico e democratico, fondato sui principi della libertà, uguaglianza, solidarietà e rispetto dell’ambiente, e sui valori espressi nel “Manifesto Controventista”.
  2. Controvento crede fermamente nei principi della Costituzione Italiana, nella lotta a qualsiasi forma di discriminazione, di totalitarismo e di oppressione dell’uomo sull’uomo. Crede nei valori della Resistenza, poiché resistere, partecipare e farsi protagonisti è il modo migliore per combattere la passività, la rassegnazione, l’omologazione e l’indifferenza.
  3. Controvento crede nel rispetto delle diversità, poiché la diversità è ricchezza, e non un motivo di divisione o di emarginazione.
  4. Controvento crede nell’importanza della “cultura” (in ogni sua forma), come caratteristica fondamentale e necessaria dell’uomo nella società moderna.

 Articolo 2 – Finalità

  1. Controvento promuove la partecipazione dei giovani alla vita politica, locale e nazionale, affermando la necessità di un continuo ricambio generazionale, al fine di creare una classe dirigente che sia in grado di rappresentare le necessità della società civile e in particolare dei giovani.
  2. Controvento favorisce la diffusione delle notizie, in particolare quelle solitamente tenute nascoste dai mezzi di informazione soggiogati ai “poteri forti”, attraverso lo strumento della cosiddetta “contro-informazione” (volantini e web).
  3. Controvento promuove il sindacalismo studentesco, attraverso la creazione ed il sostegno di autonomi circoli scolastici aderenti alla rete “Corto Circuito” e al sindacato nazionale “Unione Degli Studenti”.
  4. Controvento contrasta l’emarginazione giovanile che oggi si esprime nell’appiattimento delle prospettive di vita, nella mancanza di un progetto per il futuro, nelle dipendenze varie, nello sfruttamento lavorativo e precario, nella solitudine affettiva e nelle carenze culturali causate da una scuola pubblica sempre più inadeguata.
  5. Controvento promuove eventi culturali, sportivi e artistici, al fine di ampliare la conoscenza, stimolare la creatività e favorire la circolazione di idee ed esperienze.
  6. Controvento si propone come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali e politici, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile.
  7. Controvento, compatibilmente con la propria forza elettorale, promuove candidature in qualsiasi organo di rappresentanza, con la logica che le Istituzioni sono uno strumento necessario, ma non esclusivo, per operare un cambiamento nella società.

Articolo 3 – Iscritti

  1. Tutti gli uomini e le donne, maggiori di quattordici anni, posso iscriversi a Controvento, aderendo al presente Statuto e al “Manifesto Controventista”.
  2. L’accettazione di ogni iscrizione è sottoposta al Direttivo di Controvento, il quale, per palesi ed oggettivi motivi di incompatibilità con il Movimento, può rifiutarla.
  3. Il Direttivo, per palesi e gravi motivi di incompatibilità, può decidere l’espulsione dal Movimento di un qualsiasi membro.

Articolo 4 – Congresso di Controvento

  1. Il Congresso di Controvento è indetto dal Direttivo con cadenza almeno biennale. Sono invitati a partecipare al Congresso tutti gli iscritti.
  2. Il Congresso vota e legittima gli organi dirigenziali di Controvento.
  3. Il Congresso ha il compito di indicare le linee politiche e programmatiche di lungo periodo del Movimento.

Articolo 5 – Coordinamento di Controvento

  1. Tutti coloro che sono attivamente militanti  nei progetti e nelle battaglie svolte dal Movimento hanno diritto a far parte del Coordinamento di Controvento.
  2. Il Coordinamento è suddiviso in Gruppi. Tali Gruppi possono essere stabili (gruppi di rappresentanza interna) o transitori (gruppi di lavoro). Ogni Gruppo deve essere composto da un minimo di cinque attivisti.
  3. Ogni Gruppo ha diritto ad un referente nel Direttivo.
  4. La legittimazione della creazione di un nuovo Gruppo stabile all’interno del Coordinamento è sottoposta alla discussione e votazione in sede di Direttivo, sulla base dell’effettivo impegno dimostrato dai componenti del nuovo Gruppo.
  5. Il Coordinamento ha potere decisionale sugli indirizzi politici e programmatici di medio periodo del Movimento, ed è convocato ogni qualvolta vi è la necessità di discussione e votazione rispetto ad una scelta considerata strategica per il futuro del Movimento.

 Articolo 6 – Direttivo di Controvento

  1. Il Direttivo è composto dalla rappresentanza di ogni Gruppo del Coordinamento.
  2. Su decisione del Direttivo, possono far parte dello stesso anche membri di Controvento che svolgono mansioni speciali (esempio: comunicazione, settore scolastico, settore lavoro, ecc), pur non avendo un Gruppo di riferimento all’interno del Coordinamento.
  3. Il Direttivo ha potere decisionale rispetto a tutte le scelte considerate non strategiche, cioè quelle scelte di breve periodo che non comportano la mobilitazione massiccia di tutto il Movimento.
  4. Il Direttivo ha inoltre il compito di risolvere in modo efficiente e tempestivo ogni questione interna ad un organismo o tra organismi diversi di Controvento, nel caso in cui tale questione non è risolvibile in altro modo; ha perciò funzione di “commissione di garanzia”e di rispetto dello Statuto e del “Manifesto Controvento”. Ogni membro del Movimento ha diritto di richiederne l’intervento nel momento in cui esso si dimostri necessario.
  5. Ogni rappresentante di un Gruppo all’interno del Direttivo vota secondo l’indicazione del proprio Gruppo di riferimento, in modo tale che il Direttivo rappresenti la sintesi delle idee di tutti gli attivisti di Controvento.
  6. Ogni membro del Direttivo può rappresentare il Movimento in ogni sede, ed è riconosciuto come un punto di riferimento sia all’interno che all’esterno di Controvento.
  7. Le riunioni del Direttivo possono essere indette dal Presidente o dal Vicepresidente, o da un qualsiasi membro del Direttivo, previo avviso al Presidente.

Articolo 7 – Presidente e Vicepresidente

  1. Il Presidente e il Vicepresidente di Controvento vengono eletti dal Congresso tra i membri del Direttivo.
  2. Il Presidente e il Vicepresidente hanno la funzione di rappresentanza istituzionale del Movimento all’esterno dello stesso.

 Articolo 8 – Corto Circuito

  1. Corto Circuito rappresenta il settore scolastico del Movimento. Esso ha la piena libertà di azione nel mondo della scuola, in coerenza con quelli che sono i valori e gli obiettivi di Controvento.
  2. Corto Circuito ha la fondamentale funzione di aggregazione intorno ai valori del Movimento e svolge azioni di sindacalismo studentesco. Compatibilmente con le proprie forze e attività in svolgimento, si impegna a portare avanti le battaglie proposte dall’organizzazione nazionale “Rete della Conoscenza” e rappresenta sul territorio della provincia di Rieti il sindacato nazionale “Unione Degli Studenti”.
  3. Corto Circuito è suddiviso in Circoli scolastici (uno per ogni istituto); ogni circolo elegge al suo interno un Referente e può eleggere un Segretario.
  4. Il Segretario ha il compito di indire le riunioni, stilare l’ordine del giorno, e coordinare le iniziative.
  5. Il Referente ha il compito di seguire i lavori del proprio Circolo e confrontarsi con gli altri Referenti, nella “Riunione dei Referenti”. Qualora non fosse stato eletto un Segretario, il Referente ne assume i compiti automaticamente.
  6. La Riunione dei Referenti ha potere decisionale sulle linee di intervento e sulle scelte non strategiche rispetto al mondo della scuola.
  7. La Riunione dei Referenti elegge un Coordinatore Generale di Corto Circuito. Esso è automaticamente membro del Direttivo di Controvento.
  8. La Riunione dei Referenti può essere indetta dal Coordinatore Generale o da ognuno dei Referenti, previo avviso al Coordinatore Generale.

Articolo 9 – Metodo decisionale

  1. In ogni organismo del Movimento, le decisioni vengono prese con la maggioranza semplice dei presenti.
  2. Il metodo decisionale usato è quello del centralismo democratico, ovvero qualsiasi decisione presa dalla maggioranza di un organismo diventa vincolante per ogni membro dell’organismo stesso. Ogni membro di un organismo perciò, sia nel caso in cui sia assente al momento della decisione, sia nel caso in cui si dimostri contrario alla decisione presa dalla maggioranza, è tenuto a rispettare e seguire la scelta presa.
  3. Qualsiasi membro ritenga che la decisione sia incompatibile con il presente Statuto o con il “Manifesto Controvento” ha diritto di fare ricorso al Direttivo, il quale, con palesi ed oggettive motivazioni, può annullare la decisione.

Articolo 10 – Commissariamento

  1. In casi eccezionali, e con palesi ed oggettive motivazioni di inattività o incompatibilità con il Movimento, il Direttivo può stabilire il commissariamento di un  organismo interno.
  2. Il commissariamento si svolge affidando la gestione dell’organismo ad un membro scelto all’interno del Direttivo, che avrà il compito di risolvere gli eventuali problemi e far ripartire l’attività.
  3. Nel momento in cui la situazione torna alla normalità il commissariamento ha termine.

Articolo 11 – Modifiche dello Statuto

  1. Ogni modifica dello Statuto deve essere approvata dal Congresso.
  2. Nel caso di impossibilità di convocazione del Congresso, ogni modifica deve essere approvata da ogni organismo interno al Movimento.
Seguici su
FBICO.pngYouTubeICO.pngTwitterICO.png
Categorie
ECONOMIA
SAUSTV.jpg OBSOLESCENZA.jpg THE-CORPORATION.jpg debtocracy.jpg
SALUTE e AMBIENTE
ACQUA.jpg HOME.jpg PIANETAVERDE.jpg EARTHLINGS.bmp THE COVE.jpg
SCIENZA
JOURNEY.jpg